Skip to main content

Patente A: differenze tra A1, A2 e A senza limitazioni

la patente a ti consente di guidare una moto

Se sei un appassionato di moto fin da bambino e hai contato i giorni che ti separavano dall’età giusta, questo è proprio l’articolo che fa per te, perché nelle prossime righe parliamo di patente A e di quali moto puoi guidare.

Vuoi ottenere la patente A? Gruppo Chioccia, da anni, si dedica a formare motociclisti esperti e attenti, perché il vero rider non rinuncia a viaggiare in sicurezza.

Patente A1

Iniziamo dalla Patente A1, la licenza perfetta per chi approccia per la prima volta a una motocicletta e vuole guidare i cosiddetti motocicli leggeri.

La A1 è ottenibile dai 16 anni, consente di guidare veicoli fino a 125cc e con una potenza massima di 11 kW (15 CV).

Anche se, per essere precisi, la patente a1 consente la guida anche di altri veicoli, come quelli conducibili con la categoria AM o tricicli con una potenza massima di 15 kW e macchine agricole che non superino limiti di sagoma e di massa dei motoveicoli.

Chi possiede la Patente B ha anche il permesso di guidare veicoli conducibili con la AM e la B1 e, solo in Italia, anche quelli della categoria A1.
Tuttavia, la Patente A1 non consente la guida di automobili.

Patente A2

Passando alla Patente A2, accessibile dai 18 anni, questa consente la guida di motocicli di potenza non superiore a 35 kW con un rapporto potenza/peso non superiore a 0,2 kW/kg e che non siano derivati da una versione che sviluppa oltre il doppio della potenza massima.

Infine, abbiamo la patente moto per eccellenza, la A3 o A senza limitazioni.

Patente A

La Patente A3 è la licenza senza limitazioni che permette la guida di motocicli di qualsiasi potenza e cilindrata. Accessibile a chi ha compiuto 24 anni o 20 con almeno 2 anni di esperienza con la Patente A2, questa licenza consente la guida di veicoli AM, A1 e A2.

Avrai sicuramente sentito parlare dell’introduzione della patente A senza esame, vediamo come funziona.

Patente A senza esame: come funziona?

Dal 18 settembre 2023, è possibile passare da una patente A inferiore a una superiore, senza dover sostenere l’esame di guida.

Infatti, è sufficiente completare un corso pratico di 7 ore presso una scuola guida, come la nostra, per ottenere la tanto desiderata patente per moto.

Da un lato, l’esame pratico tradizionale continuerà a esistere, mentre dall’altro sarà possibile optare per un corso di guida della durata di 7 ore, certificato dalla scuola guida.

Infatti, il Ministero chiarisce che è possibile ottenere le patenti A2 o A senza limitazione con l’esame o per accesso graduale, cioè senza esame, ma con un corso in autoscuola.

Per quanto riguarda questa seconda modalità, per iscriversi al corso di formazione sono richiesti alcuni requisiti così descritti:

Per la A2, anche speciale: età minima 18 anni, possesso della patente A1, anche speciale, da almeno due anni. La A1 non è quella riconosciuta in automatico con la patente B.

Per la A, anche speciale, l’età minima richiesta è 20 anni, e, inoltre, è richiesto il possesso della patente A2, anche speciale, da almeno due anni.

Sei interessato a ottenere la patente per la moto?

Vuoi delle informazioni?
Contattaci!
=